Come cominciare un bullet journal (con infografica)

Siamo invasi da agende e planner, soprattutto a fine anno e ho deciso di darti una mano nel caso in cui tu volessi cominciare a tenere un bullet journal, magari a partire da gennaio 2019 (anche se un bujo, abbreviazione di bullet journal, puoi iniziarlo in qualsiasi momento).

Io ne tengo uno da circa un anno e anche se sono incostante e ci sono dei periodi in cui scrivo a malapena l’intestazione del mese corrente devo dire che mi aiuta a tenere in ordine impegni e pensieri.

Il bullet journal è un po’ un planner e un po’ un agenda ma essendo una cosa che puoi costruire in base alle tue personalissime esigenze, in realtà è ciò che tu vorrai farne!

GLI ELEMENTI FONDAMENTALI

INDICE

Un elenco con il riferimento alle pagine in cui trovare i contenuti che si è deciso di inserire nel bujo.

FUTURE LOG

Per tenere nota degli eventi e degli impegni dei mesi successivi a quello corrente. Io l’ho chiamato, in italiano, “Mesi futuri”…

Le pagine del bujo vanno costruite mese per mese ma ci possono essere impegni riguardanti i mesi futuri (e non ancora inseriti nel tuo bullet) di cui devi tenere nota e allora lo fai nel future log dal quale li “preleverai” per inserirli nel mese corrente che li riguarda nel momento in cui lo pianificherai.

MONTHLY LOG

Per segnare gli appuntamenti del mese in corso ed avere una visione d’insieme dei  30/31 giorni che ti aspettano.

WEEKLY LOG

Per annotare gli impegni suddividendo le pagine, settimana per settimana.

DAILY LOG

Come il Weekly Log ma dedicando ad ogni giorno una o mezza pagina intera del bujo. Per esempio, io il daily log non lo predispongo tutti i mesi. A volte mi è più che sufficiente il weekly log e su due pagine pianifico l’intera settimana. Tutto dipende molto dalle tue abitudini e dal numero di impegni da annotare.

TRACKERS

Sono delle griglie sulle quali “spuntare” le attività quotidiane da eseguire e che vuoi monitorare. Possono avere una base mensile e dunque esserti utili per monitorare le tue abitudini nel corso del mese (per esempio io tengo traccia dei giorni in cui vado a correre così ogni mese so quanto sono stata pigra non andandoci). Possono avere una base settimanale (per esempio per tenere traccia di quanta acqua bevi durante il giorno ogni settimana). Sono tutti esempi puramente indicativi perché in realtà tu puoi tenere traccia di tutto quello che ti passa per la testa, dal tuo umore a quanti brufoli ti compaiono sul mento nel corso del mese!

RACCOLTE E LISTE

Puoi dedicare alcune pagine del bujo a raccogliere idee e info su un determinato argomento. Per esempio, la lista dei libri da leggere (vedi foto sotto) o quella dei viaggi che vorresti fare. L’elenco dello shopping del mese, i film che vorresti andare a vedere. Anche qui piena libertà e variazioni infinite.

BENEFICI DEL BULLET JOURNAL

Sono infiniti, secondo me. Oltre a tenere traccia di abitudini e impegni, aiutarti a pianificare le varie attività quotidiane e annotare i tuoi pensieri, ti permette di scatenare (se vuoi) la tua creatività decorandolo con disegni, stickers e foto. Perché il bujo ti consente di tornare un po’ adolescente e riscoprire il piacere di infarcire la propria agenda così come facevi con il diario di scuola.

LINK UTILI

Il sistema del bullet journal ha un inventore, sappilo. Si chiama Ryder Carrol e essendo affetto da difficoltà di apprendimento ha codificato una serie di regole semplicissime (di cui io ti ho solo dato un’infarinatura) per rimanere concentrato e produttivo . Se l’argomento ti ha stuzzicato e vuoi saperne di più ti lascio qui sotto tre link utilissimi allo scopo.

INFOGRAFICA

Per non farti mancare niente, ho preparato un’infografica che condensa in modo visivo quanto hai appena letto.

Ti ricordo che la newsletter della Paia esce il 7 gennaio e ha in serbo in esclusiva per gli iscritti un file in formato excel per tenere traccia di entrate e uscite del tuo business creativo (ma puoi usarlo anche per la contabilità personale). Comincia l’anno organizzata e, se ancora non l’hai fatto, segnati nella mia lista! Ci stai?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.