Come organizzare uno swap party

Ne avrai probabilmente sentito parlare. E’ un po’ che, anche in Italia, circola l’abitudine di organizzare gli swap party. Io ne ho già fatti tre e posso assicurarti che sono una bella opportunità di condivisione!

 

Cominciamo dai fondamentali e andiamo con ordine…

COS’E’ UNO SWAP PARTY

Si tratta di una festa con gli amici durante la quale ci si scambia cose (e in seguito vedrai quali) che non usiamo più. E’ un modo per rinnovare l’armadio e la casa a costo zero e per passare un pomeriggio tra chiacchiere e risate. Gli amici, infatti, possono a loro volta invitare gente nuova e tu ottenere due risultati: svuotare casa e armadio e fare nuove amicizie!

COSA DEVI FARE

  • Scegli un periodo a ridosso del cambio di stagione negli armadi, se vuoi “swappare” anche (o solo) vestiti e accessori. Preferibilmente marzo in vista del cambio per la primavera/estate e ottobre per l’autunno/inverno.
  • Opta, se possibile, per il pomeriggio o la sera di giorni pari (martedì, giovedì) o la domenica (di solito quelli meno incasinati per tutti).
  • Fissa un numero massimo di partecipanti o ti troverai a dover dirigere il traffico come un vigile urbano.
  • Manda un messaggio What’s App, una mail oppure fai gli inviti per telefono o di persona con largo anticipo sulla data che hai fissato per la festa. Darai tempo ai tuoi invitati di mettere ordine tra le loro cose e capire cosa portare allo swap. Diciamo che tre settimane prima sarebbe perfetto. Avranno tutto il tempo di organizzarsi perché svuotare cantina e armadio in cerca di cose da scambiare è un compito “ingrato” e bisogna prepararsi anche psicologicamente!
  • Raccomanda a tutti di procurarsi una borsa shopper capiente nella quale infilare tutti gli oggetti che decideranno di portare a casa dopo lo swap: lo “shopping” potrebbe essere talmente sfrenato da tornarsene a casa stracarichi di roba!
  • Scegli la stanza di casa più grande e adatta ad ospitare la festa (che di solito è il  soggiorno/salotto) e qualche ripiano (oltre ovviamente ad  un tavolo) da poter sgomberare per appoggiare le cose da scambiare (se hai anche uno stand al quale appendere le grucce con i vestiti è il massimo) e poi vai di  tanta fantasia per fare di mensole, pouf e sedie altrettanti punti di appoggio.
  • Metti ordine nel tuo armadio e/o in cantina anche tu (mica la sfanghi!) e scegli cosa scambiare durante lo swap.
  •  Una settimana prima della data fissata ricorda a tutti dello swap party (presi dalla foga del “questo lo tengo, quello lo swappo!” potrebbero aver dimenticato che il tempo vola…) e chiedi conferma della loro partecipazione.
  • Qualche ora prima organizza gli spazi di casa tua per funzioni:  all’ingresso area “rinforzata” per appoggiare borse e cappotti;  in un angolo un tavolino con bevande e cibarie; sedie e sgabelli extra per sedersi; la tua stanza da letto come camerino per provare i vestiti.

COSA SCAMBIARE

Non ci sono ovviamente limiti ma giusto per avere un’idea…

  • Vestiti e accessori (sciarpe, foulard, bijoux)
  • Abbigliamento, giochi e oggetti per la cura dei bambini (sdraiette, scaldabiberon, passeggini, ecc.): di solito sono semi-nuovi ed è un peccato buttarli!
  • elettrodomestici e oggetti per la casa: piatti, posate, soprammobili, vecchie bomboniere che prendono polvere (che tu avrai però tolto prima di portarle allo swap!), plaid, cuscini…
  • cd, dvd, libri: io questi ultimi non li scambio, sono onesta, ma se c’è un romanzo che ti ha fatto schifo (capita, ooooh se capita) o un cd che non ascolti più troveranno qualcuno che saprà apprezzarli.
  • materiale craft: stoffe, filati, attrezzini vari, carte, colori.
  • ricette e biscotti:come fanno le americane ci si può scambiare ricette tramandate dalle nonne, “trucchi” di famiglia e biscotti (ma questo tipo di swap richiede un’altro tipo di organizzazione).

Puoi dedicare lo swap party allo scambio di tutti gli oggetti elencati (scelta coraggiosa ma se hai uno spazio abbastanza grande fattibile) oppure incentrarlo su una o due categorie.

Il mio suggerimento è di portare da  5 a 10 pezzi ciascuno, soprattutto se sarete in tanti, altrimenti lo swap rischia di trasformarsi in un mercatino.

COME FUNZIONA

Per i primi 15 minuti ciascuno potrà guardarsi intorno, “puntare” e prendere, tra tutti gli oggetti esposti, solo tre pezzi preferiti. Questo permetterà a tutti di avere ampia scelta ed evitare che il più veloce si accaparri persino la bomboniera della zia (di comprovata inutilità) che mai avresti detto di riuscire a piazzare!

In seguito, se si tratta di vestiti, ognuno potrà  provarli (ci dovrà essere  una camera riservata alle prove) e decidere se tenerli o rimetterli a disposizione degli altri.
Dopo questa fase iniziale e “moderata”, tutti saranno liberi di prendere ciò che vorranno. Nel caso in cui tu e una o più dei  tuoi amici abbiate iniziato un incontro di “lotta libera” per decidere chi si deve aggiudicare l’oggetto per il quale spasimati tutti, si farà a estrazione, mettendo dei biglietti con il vostro nome in un cappello e tirando fuori il nome del vincitore.

Ci sono altre forme di funzionamento degli swap party

Per esempio, c’è chi impone un numero massimo di scambi, c’è chi attribuisce un valore a ogni pezzo e stabilisce che vada scambiato con oggetti di pari valore. Inoltre, si possono stabilire dei turni per la scelta degli oggetti da prendere (magari estraendo a sorte l’ordine in cui ciascuno potrà scegliere cosa portare via) ma francamente io trovo tutto ciò molto limitante. Alla fine, se hai portato quella roba allo swap è perché tu non la usi più. non perché ci devi guadagnare qualcosa! Share the love (come dice Cremonini) e sii generosa.

QUANDO LO SWAP PARTY FINISCE

Tutto quello che non verrà scambiato potrà essere riportato a casa dal legittimo proprietario oppure donato ad enti di beneficienza.

CHE PARTY E’ SENZA CIBARIE?

Ogni festa che si rispetti richiede qualcosa da magnare e da bere, quindi quando fai gli inviti chiedi di portare un dolce (se fatto in casa è anche meglio!) o una bevanda.

Mi sembra di averti detto tutto, quindi… Let’s party!

Se l’idea dello swap ti ha incuriosito oppure progetti un party nei prossimi giorni, entra nel Club della Paia e iscriviti alla mia newsletter! Nel numero in partenza alle 12:00 di oggi troverai uno stampabile che ti sarà utilissimo per tenere traccia di invitati e occorrente ogni volta che darai una festa!  

Sappi che ti manderò ogni mese progetti DIY, FREE printables da stampare, consigli di BUSINESS per creative e NEWS in esclusiva (sottoscrivere una newsletter è un po’ come entrare in un club per eletti). Ci stai?

  1. Kate Alinari

    Ho deciso di organizzare uno swap party (di gomitoli) nel mio studio e mi sono ricordata che avevi mandato una newsletter con queste indicazioni, sono venuta a cercarle per vedere se sto facendo bene 🙂 Grazie!!!!!!!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.