Progettare un logo o una brand identity è inizialmente un lavoro di “scavo”, un po’ come quello degli archeologi. Bisogna scoprire e portare alla luce la vera essenza di un brand e della sua proprietaria. E per fare questo, ovviamente ho bisogno di te che sei la destinataria del progetto.

Nei prossimi paragrafi ti spiego per sommi capi come si svolgerà la nostra collaborazione a partire dalla tua richiesta di “aiuto”.

Ti mando un questionario in cui ti chiedo chi sei, cosa fai e cosa desideri per la tua attività. Rispondi dopo averci riflettuto su ben benino perché mi serve a capire di cosa hai bisogno e se sono la graphic designer giusta per te. 

Hai anche il compito di raccogliere tutte le immagini che ti ispirano e trovi perfette a rappresentare il tuo brand. Le puoi riunire su una bacheca segreta (alla quale abbiamo accesso solo noi due) di Pinterest o in una cartella sul tuo pc che poi mi manderai. Dopo aver valutato le tue risposte al questionario e le foto raccolte, ti invio una sintesi  (che include una moodboard) della mia personale visione su come intendo impostare il progetto che mi chiedi e, se necessario, approfondiamo via Skype. Infine, se ti ho convinto…

 

 

… firmiamo un contratto con tutti i dettagli che regolano la nostra collaborazione, dai file che ti consegnerò, alle modalità di pagamento, ecc.

E ora viene il bello! Faccio un po’ di ricerche per conto mio, butto giù schizzi ed idee e alla fine ti presento le migliori tra cui scegliere la tua preferita che, se non ti convince totalmente, puoi chiedermi di revisionare fino a tre volte.

Completato il progetto e avuta la tua approvazione, te lo presento in tutto il suo splendore e ti recapito  via email tutti i file previsti dal contratto. Adesso, sei pronta a brillare. Quando due donzelle fanno squadra non può che esserci il lieto fine.

Se c’è qualcosa che non ti è chiaro, fammelo sapere. Sarò felice di risponderti.